4 funzioni di PowerPoint che ancora non conoscevate

E-LEARNING - 02 ottobre 2019

Vi abbiamo già spiegato in un nostro articolo come rendere una presentazione più accattivante con semplici tool disponibili online. Questa volta vogliamo aiutarvi a utilizzare a pieno le funzionalità del buon vecchio PowerPoint.

Tanto bistrattato perché considerato troppo semplice e poco duttile, in realtà PowerPoint ha nascoste in sé alcune funzioni che potrebbero aiutarvi a creare delle presentazioni dai risultati sorprendenti!

 

1. Registrazione schermo

Se per esempio volete mostrare il funzionamento di un software installato sul computer o la struttura di un sito web, potete utilizzare la funzione “Registrazione schermo”, rintracciabile nella scheda “Inserisci”. Dopo averla attivata, la registrazione verrà direttamente incorporata nella propria presentazione, proprio nella slide in cui stavate lavorando poco prima.

 

2. Add-ins

In italiano sono i “componenti aggiuntivi”, ovvero degli elementi sviluppati esternamente da Office, ma che Microsoft permette di inserire all’interno del proprio ambiente di lavoro. La loro utilità, durante la preparazione delle slide, è quella di non doversi spostare dalla presentazione al browser per ricercare materiale (foto, informazioni, ecc.), ma poter scaricare direttamente i programmi all’interno del programma.

 

3. Registrare audio/inserire musica

A volte non ci si pensa, ma un modo molto semplice per coinvolgere la classe nella propria presentazione potrebbe essere quello di accompagnare le slide con degli effetti sonori; o meglio ancora con musica vera e propria. Oppure, nel caso in cui non fosse possibile essere presenti alla propria presentazione, si potrebbe registrare direttamente la propria voce ed allegarla al PowerPoint.

 

4. Morph

La transizione morphing consente di applicare un’animazione di uno spostamento uniforme da una diapositiva alla successiva. Così facendo si può dare un effetto ancor più movimentato alla presentazione PowerPoint. Una tecnica alternativa per non far rimpiangere (almeno in parte) i nuovi servizi di presentazione online.